Porta d’Oriente

Otranto è la città più ad est d’Italia, per questo chiamata anche “Porta d’Oriente“. Bella e aristocratica, si affaccia sul mare turchese adriatico, che fa da contrasto con le case bianche e il colore caldo della pietra leccese.

Meta di turisti durante tutto l’arco dell’anno, la città è famosa per il mosaico creato nel XII dal monaco Pantaleone che raffigura l’albero della vita con scene bibliche e figure umane mitiche e antropomorfe.

Il percorso

Suggeriamo un percorso che parte dalla visita alla Cattedrale di Otranto e al mosaico pavimentale e prosegue nei sotterranei fino alla cripta bizantina dell’XI secolo.

La cripta è sostenuta da 42 colonne in marmo di diverso colore e  capitelli appartanenti a diversi stili: ionici, corinzi, asiatici, egiziani, bizantini, islamici, siriani. Questa diversità di stili è stata interpretata da alcuni storici come un ponte tra oriente e occidente, dove persone di fedi diverse potevano trovare il proprio Dio.

In fondo alla chiesa la cappella dei Santi Martiri di Otranto custodisce i resti di 800 idruntini (così sono chiamati gli abitanti di Otranto), che con coraggio difesero la città dall’attacco dei turchi nel 1480 e pur di non tradire la fede cristiana scelsero il martirio.

Uscendo dalla Cattedrale e percorrendo le strette viuzze del centro storico si giunge al Castello Aragonese, che forma una cinta muraria a protezione dell’antico nucleo città.

Proseguendo la visita si può raggiungere la Chiesa di San Pietro, che custodisce meravigliosi affreschi bizantini.

Lungo le stradine del centro storico si possono ammirare e acquistare prodotti di artigianato locale: tessuti a mano usando antichi telai, terracotte e souvenir.

Le visite guidate nel centro storico di Otranto durano circa 2 ore.

Per gli appassionati di gite in bici e passeggiante nella natura, Otranto è circondata da percorsi naturalistici dal faro di Punta Palascia, passando per la cava di bauxite, fino alla valle dell’Idro, inglobata nel centro della città.

PER INFO CONTATTARE “Salento e Sviluppo” AI RECAPITI:

Telefono

Mail

info@salentoesviluppo.com